Robert Menasse, Don Juan de la Mancha, Scritturapura edizioni

Christa è docente di lingue antiche all’università di Vienna. Per questo, dopo gli incontri con Nathan all’Hotel Zur Spinne, ha sempre fretta e fugge via senza farsi la doccia. Ma quel giorno avevano ordinato una mezza dozzina di ostriche Fin de Claire, una bistecca alla tartara con ginseng grattugiato e, come dessert, delle punte d’asparagi ricoperte di cioccolato. Era il cosiddetto “Menu di Don Giovanni”. Così Christa si dilungò a raccontare a Nathan il mito di Tiresia, per aiutarlo a dirimere la questione che gli premeva tanto: se sia l’uomo o la donna a provare un piacere più intenso. Christa morse un asparago. E le briciole cioccolato presero a sciogliersi sul suo seno. Un romanzo sul piacere, forte e provocatorio.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>