Feride Çiçekoğlu, Non sparate agli aquiloni, Scritturapura edizioni

Inci è una prigioniera politica, Baris un bambino di quattro anni. E insieme a lei, dietro le sbarre di un carcere turco dopo il colpo di stato del 1980, che Baris impara a conoscere il mondo e ad andare oltre la gabbia, in alto, come fanno gli aquiloni. Ma le lettere che lui le scrive, con l’aiuto di altre detenute, rischiano di restare impigliate nelle porte di ferro… La purezza di un bambino sa smascherare le assurdità di cui spesso è impregnata la Storia.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>