Marco Biaz, Che te lo dico a fare, Miraggi edizioni

«A Torino c’era una palazzina dove si diceva che la merda cammina e ha cento vite.» Chi sono gli abitanti del Bojan Faust, malfamato albergo vicino alla stazione, gestito come uno Stato da due macedoni e da un DJ africano? Personaggi giunti a Torino dai quattro angoli del globo: Ziad e Amer, due giordani che vogliono rifarsi una vita e si ficcano in guai sempre più grossi. E un gay di Vaduz, un inglese bislacco, una napoletana col mal di testa perenne, un russo che sogna di scalare la Mole a mani nude – e lo fa. La loro missione è sopravvivere, non importa come, quando non passano il tempo a tirarsi forchette e coltelli con la forza del pensiero. Intanto dal Bojan scompaiono delle ragazze. Belle ragazze. Il cinico e corrotto commissario Sciandri trova di che divertirsi in questo rifugio di piccole illegalità forzate. Finché giocare con chi non può difendersi diventa un rischio per la sua carriera e liquidare l’hotel una necessità. Un lavoro sporco per l’ispettore infiltrato Durango. Un lavoro pericoloso. Che te lo dico a fare è un romanzo veloce e asciutto sulla vita trasversale di una città che sembra una capitale europea ma che non riesce a liberarsi dal suo DNA intollerante, un luogo ospitale solo per pochi e un porto franco per piccoli e grandi delinquenti. Storie di uomini e donne accomunati da un unico destino: resistere, evitare la galera e il giro della morte: tornare a casa.

One thought on “Marco Biaz, Che te lo dico a fare, Miraggi edizioni

  1. Pingback: Miraggi Edizioni | giraLibro a SanSalvario

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>